sabato, Giugno 25, 2022
HomeNEWS DAI SOCIRapsodia in Blue

Rapsodia in Blue

Quattro anni fa arrivavi tu.

Lo scafo blu, la coperta azzurra, il gabbiano Livingston ad ali spiegate sui fianchi.

Ti sei messo in gioco con me, sei arrivato ultimo, sei arrivato primo.

Hai conosciuto il sale e la sabbia, tu che venivi dall’acqua dolce e il prato.

Hai conosciuto la cocciutaggine, l’inesperienza e gli esperimenti, non mi hai mai rimproverata.

Mi hai vista ridere, piangere, arrabbiarmi, stupirmi, mi hai vista triste, piena di gioia e spaventata a morte.

Mi hai seguita attaccato ad un carrello per colli e autostrade, hai issato le tue vele per darmi conforto e voglia di vincere.

Mi hai insegnato l’umiltà, la calma, la passione e la libertà.

Mi hai concesso l’orgoglio del riscatto, la vitale sensazione di poter adoperare il corpo senza zoppicare.

Hai sostenuto il mio peso e la mia leggerezza, il dolore ai muscoli delle gambe, un ginocchio malandato, le mani spellate.

E ancora non so nulla di te, non so nulla di noi.

Sei tutto da scoprire, tutto da comprendere, tutto da sperimentare.

Ma una cosa te la voglio dire mio caro Jonathan…

. . . GRAZIE.

Per esserci, per esserci stato e per avermi scelta.

E grazie Stefano, per tutto quello che ci insegni e per essere un grande capitano!

Camilla


1 commento

Rispondi a Davide Carpani Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

spot_img
spot_img

gli articoli più letti

spot_img
spot_img
spot_img