Inizio con questo articolo una raccolta di istruzioni per fare le piombature, dalle più semplici alle più complicate, non è nulla di mio solo una ricerca di ciò che è disponibile sul web prendendo le versioni più chiare e semplici da interpretare e realizzare.

Ci vuole un po’ di pazienza per realizzare una impiombatura ma chi si vorrà cimentare troverà qui alcune indicazioni utili per risolvere gran parte delle necessità a bordo di un FJ.

L’attrezzatura necessaria è composta da un kit facilmente reperibile nei negozi di nautica altrimenti ce la possiamo far regalare per il prossimo Natale ordinandola a questo link:

ATTREZZI UTILI PER LE IMPIOMBATURE

O più semplicemente, visto che chi si cimenterà in quest’arte è dotato di tanta voglia di far da se vi do questi suggerimenti:

ho acquistato da Leroy Merlin due canne in alluminio/ottone la prima di diametro 3 mm, la seconda da 6 mm, le ho tagliate alla lunghezza di 20 cm e poi le ho sagomate diagonalmente ottenendo delle copie molto simili alla foto accanto e che funzionano perfettamente.

Quest’altro attrezzo indispensabile l’ho ricavato acquistando sempre da Leroy Merlin un rocchetto di acciaio armonico, (non acquistate il filo di acciaio comune che non serve a niente). Piegandolo su se stesso, ho realizzato una cosa simile.

Per l’anello finale ho infilato il doppino di acciaio in un tappo di Champagne ( quello del Berlucchi non va bene . . . 🙂

Il tappo  scorre lungo il doppino ed oltre a essere più ergonomico rispetto a quello in foto, si può spostare lungo il doppino per facilitare l’allargamento dei refoli del Dynema.

L’ultimo attrezzo indispensabile sono le Forbici, quelle comuni non tagliano il Dynema, io ho risolto dopo varie prove acquistando quelle da elettricista della USAG che tagliano TUTTO!

Un fattore importantissimo per la riuscita delle impiombature è la scelta del tipo di scotta che sia Dynema, Dynema Cerato o Dynema calzato, etc..etc

Io prediligo la marca Lyros, per tutte le tipologie di piombature, la trovo a Fiumicino alla CSA Nautica in un negozio che fa del Rig il proprio mestiere ma credo si trovi anche in altri negozi di nautica.

Non vado d’accordo invece con le  Gottifredi-Mafioli anche se le più diffuse, più di una volta non avendo alternative mi sono trovato ad usarle ma mi sono venute delle impiombature inguardabili . . .

Lo SPLICING

Il termine inglese per le Impiombature è SPLICING, digitando questo termine su Youtube vengono fuori un’infinità d’impiombature, a voi la scelta di quelle più adatte alle proprie necessità.

Ho fatto una selezione partendo dalla più semplice ed utile come l’occhiello finale sul Dynema scalzato, così da prendere pratica, per poi passare a tutte quelle che reputo più utili a bordo dell’FJ.

I video sono stati selezionati dal sito della PREMIUM ROPES dove troverete anche altre impiombature.

Veniamo ai primi video per realizzare IMPIOMBATURE SEMPLICI

1- Questa è l’impiombatura più semplice e più usata, abbiamo tutte e due le estremità della scotta libere.

2- In questo caso abbiamo solo un’estremità della scotta libera.

3- Questa è un’impiombatura su una scotta in Dynema come le Gottifredi.

Preso pratica? Passiamo ora a qualcosa di più difficile.

3- Dynema Calzato – applicazione tipica per il Barber dell Spy, nei due occhielli va inserito l’anello. Oppure sul Barber fiocco dove va inserito  il bozzello.

4- Questa è una raffinatezza . . . Sempre Dynema calzato ma la calza scompare.

5- L’anello, saperlo fare è INDISPENSABILE.

6- Questa impiombature è difficile ma è usata in tutte quelle situazioni dove l’occhiello è soggetto a forte usura.

E’ ora di realizzare la SCOTTA SPY RASTREMATA.

7- Pubblico due versioni di questa scotta: quella che segue si realizza utilizzando la classica Gottifredi (da 6mm) aggiungendo la parte in Dynema di diametro inferiore (4 mm) alle due estremità.

La lunghezza minima del Dynema è di 2 mt. (per estremità) che andrà poi opportunamente tagliata in modo che sugli strozzatori del barber si blocchi la parte calzata.

p.s. Una volta ho provato ad utilizzare una Gottifredi da 5 mm ma non entra bene nel Dynema da 3.

8- Questa seconda versione è per chi vuol acquistare la Gottifredi con l’anima in Dynema, soluzione più costosa e inoltre è difficoltoso ri-inserire la calza nel Dynema, se trovate le Lyros è più facile.

Suggerisco una terza soluzione la più economica ovvero acquistando una scotta in poliestere a cui verrà tolta la parte interna e sostituita con il Dynema per tutta la sua lunghezza più 4 mt per le estremità da murare sulle bugne.

Per ora mi fermo quì, prossimamente proverò a pubblicare un video su come realizzare la scotta randa bifida per l’archetto di poppa.

La foto di copertina mi è stata scattata di nascosto da Natalia al Mondiale mentre facevo un anello per alzare il punto di mura della randa.

Buon divertimento e Buon Vento a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.